. .dalla Calabria, antica terra dei Bruzi inglese
 
terra mia
Il gruppo folk I CALABRUZI, sorto agli inizi degli anni 80, porta nel nome il suo programma: vuole essere infatti un ponte ideale tra i Calabresi di oggi e i Calabresi del passato: gli antichi "Brutii".
Il gruppo, magistralmente diretto da Pino Renda (premio internazionale "Il Pino d'Oro" anno 1990 per il folklore) , per il repertorio originale e per come presenta lo spettacolo è sicuramente uno dei gruppi migliori della Calabria e del sud Italia. 
E' composto da circa 25 elementi di ambo i sessi e propone canti e balli caratteristici della tradizione popolare di Lamezia Terme, cittadina situata al centro della Calabria, nata nel 1968 dall'unificazione dei comuni di Nicastro, Sambiase e Sant'Eufemia Lamezia.
Di particolare importanza storica è il castello Normanno, interesse turistico offrono invece le Terme di Caronte, già conosciute al tempo dei Romani: le famose "aquae angae"
Bellissima la posizione geografica con alle spalle i monti della pre Sila e di fronte il limpido Mar Tirreno. Importante nodo ferroviario, autostradale, Scalo aeroportuale internazionale.

I Calabruzi presentano canti e balli nel coloratissimo costume tradizionale; "a Pacchiana (femminile), "u Pecuraru" (maschile)      I Canti, eseguiti in polifonia, propongono spesso il tema dell' innamoramento e del matrimonio iu stasira mi fazzu zita, I mariti o, accompagnati da accurata scenografia, fanno rivivere scene del passato come l'uccisione del maiale "U lamiantu ‘du puarcu" o scene ambientate in riva al mare "Arburu chi criscisti 'mpacci a mari" o decantano le bellezze naturali della Calabria e dei costumi tradizionali "Sirinata alla pacchiana" "Sirinata alla Calabria" "Calabria bella" e la bonta' dei prodotti agricoli locali "L'uvicella" "U vinuzzu", frutto del duro e onesto lavoro nei campi.
Altri canti trattano il tema nostalgico della lontananza dal paese natio
"Calabria mia" "Terra mia" "Paisi" "terra matri" e il ricordo delle feste paesane "Festa" e brani a sfondo religioso come "Madonna mia"  e molti altri che trattano il tema del periodo natalizio tra cui  "Bambinuzzu" "a strina"
Il repertorio musicale è veramente originale anche perché quasi tutte le canzoni sono state scritte e composte dal M.stro Pino Renda

I balli accompagnati dal ritmo frenetico della "Tarantella", propongono scene di vita agreste, spesso effettuati a ringraziamento per le buone raccolte "A mietitura" "A vindigna".

L'accompagnamento musicale e' garantito da strumentitradizionali: organetto, fisarmonica, chitarra, tamburelli.

I Calabruzi hanno l'onore di annoverare tra i componenti la sig.ra Perri Enza Dani (protagonista tra l'altro di una puntata di "Carramba che sorpresa" 5 ottobre 1996  Rai 1 ) che vanta il singolare primato di essere la cantante di musica popolare calabrese con più anni di carriera (oltre 40 anni ! !) ...e tutt'ora  in piena attività. 

Apparizioni televisive:

- RAI 1“CARRAMBA CHE SORPRESA“ con Raffaella Carra'

- RAI 1 “LA VITA IN DIRETTA” con Michele Cucuzza

- RAI International

- RAI 3 rete regionale

- Importanti reti private:

     "Si giri ccu mia" con Paolo Marra

        "Tirullallero" con Luigi Grandinetti

               "Domenica in Piazza" con Paolo Marra   -         la sigla "Duminica è  Festa" è cantata dai Calabruzi  

 

                       RECAPITI TELEFONICI
Tel (0039)   0968 434838  -  338 8134804

INDIRIZZO
I Calabruzi via Sant'Umile di Bisignano. n° 16

88046 Lamezia Terme - (Catanzaro)
I T A L I A

E mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

         Il gruppo incide su dischi e musicassette Elca Sound